Isole Tino - Tinetto

(sito n. IT1345103)

NATURA 2000 FORMULARIO STANDARD PER:
ZONE DI PROTEZIONE SPECIALE (ZPS),
ZONE PROPONIBILI PER UNA IDENTIFICAZIONE COME SITI D'IMPORTANZA COMUNITARIA (SIC)
E ZONE SPECIALI DI CONSERVAZIONE (ZSC)


1. IDENTIFICAZIONE DEL SITO
1.1 TIPO 1.2 CODICE SITO 1.3 DATA COMPILAZIONE 1.4 AGGIORNAMENTO
B IT1345103 199505 200807
1.5 RAPPORTI CON ALTRI SITI NATURA 2000
1.6 RESPONSABILE(S):
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Conservazione della Natura, Via Capitan Bavastro 174, 00147 Roma
1.7 NOME SITO:
Isole Tino - Tinetto
1.8 CLASSIFICAZIONE SITE E DATE DI DESIGNAZIONE/CLASSIFICAZIONE
DATA PROPOSTA SITO COME SIC:DATA CONFERMA COME SIC:
199506  
DATA CLASSIFICAZIONE SITO COME ZPS:DATA DESIGNAZIONE SITO COME ZSC:
   

2. LOCALIZZAZIONE DEL SITO
2.1 LOCALIZZAZIONE CENTRO SITO
LONGITUDINELATITUDINE
E951544135
2.2 AREA (ha) 2.3 LUNGHEZZA SITO (Km)
15 
2.4 ALTEZZA (m)
MINMAXMEDIA
012260
2.5 REGIONE AMMINISTRATIVA
CODICE NUTSNOME REGIONE% COPERTURA
IT13LIGURIA
2.6 REGIONE BIO-GEOGRAFICA
AlpinaAtlanticaBorealeContinentaleMacaronesicaMediterranea
000001

3. INFORMAZIONI ECOLOGICHE

3.1 HABITAT
tipi di presenti nel sito e relativa valutazione del sito:
TIPI DI HABITAT ALLEGATO I:
CODICE% COPERTURARAPPRESENTATIVITASUPERFICE RELATIVAGRADO CONSERVAZIONEVALUTAZIONE GLOBALE
5320 Formazioni basse di euforbie vicino alle scogliere 1 C B B B
5330 Tutti i tipi 5 B C B B
1170 Scogliere 1 A C B A
1240 Scogliere con vegetazione delle coste mediterranee (cin Limonio spp.,endemico) 10 B C B A
9340 Foreste di Quercus ilex 25 C C B B
9540 Pinete mediterranee di pini mesogeni endemici, compresi il Pinus mugo e il Pinus leucodermis 30 A C B B
6220 Percosi substeppici di graminacee e piante annue (Thero-Brachypodietea) 1 D      
8210 Sottotipi calcarei 5 B C B A
8310 Grotto non ancora sfruttate a livello turistico 0 A C B A
8330 Grotte marine sommerse o semisommerse 0 A B B A

3.2 SPECIE
di cui all'Articolo 4 della Direttiva 79/409/CEE e elencate nell'Allegato II della Direttiva 92/43/CEE e relativa valutazione del sito in relazione alle stesse
3.2.a Uccelli migratori abituali
elencati nell'Allegato I della Direttiva 79/409/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
  StanzialeMigratoria 
   Riprod.Svern.Stazion.PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale
A001 Gavia stellata     P   D      
A191 Sterna sandvicensis     P   D      
A026 Egretta garzetta       C D      
A379 Emberiza hortulana       P D      
A103 Falco peregrinus R       C B B B
A338 Lanius collurio C       D      
A272 Luscinia svecica R       D      
A392 Phalacrocorax aristotelis desmarestii     P   D      

3.2.b Uccelli migratori abituali
non elencati nell'Allegato I della Direttiva 79/409/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
  StanzialeMigratoria 
   Riprod.Svern.Stazion.PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale

3.2.c MAMMIFERI
elencati nell'Allegato II della Direttiva 92/43/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
  StanzialeMigratoria 
   Riprod.Svern.Stazion.PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale

3.2.d ANFIBI E RETTILI
elencati nell'Allegato II della Direttiva 92/43/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
  StanzialeMigratoria 
   Riprod.Svern.Stazion.PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale
1229 Phyllodactylus europaeus P       B A A B

3.2.e PESCI
elencati nell'Allegato II della Direttiva 92/43/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
  StanzialeMigratoria 
   Riprod.Svern.Stazion.PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale

3.2.f INVERTEBRATI
elencati nell'Allegato II della Direttiva 92/43/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
  StanzialeMigratoria 
   Riprod.Svern.Stazion.PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale

3.2.g PIANTE
elencate nell'Allegato II della Direttiva 92/43/CEE
CODICENOMEPOPOLAZIONEVALUTAZIONE SITO
   PopolazioneConservazioneIsolamentoGlobale

3.3 FLORA E FAUNA
altre specie importanti
GRUPPONOME SCIENTIFICOPOPOLAZIONEMOTIVAZIONE
Rettili Coluber viridiflavus C C
Vegetali Asplenium petrarchae V D
Invertebrati Danacea ligurica V B
Vegetali Centaurea cineraria ssp. veneris V B
Vegetali Centaurea veneris V B
Vegetali Ampelodesmos mauritanicus C D
Vegetali Anacamptis pyramidalis R C
Vegetali Phagnalon sordidum V D
Vegetali SERAPIAS CORDIGERA L. R C
Vegetali SERAPIAS LINGUA L. R C
Rettili Podarcis muralis C C
Invertebrati Opatrum sculpturatum R B
Vegetali Ophrys apifera R C
Vegetali Ophrys sphecodes R C
Vegetali Rosmarinus officinalis R D
Vegetali Orchis provincialis R D
Invertebrati Parabathyscia wollastoni C D
Invertebrati Solatopupa pallida V B
Invertebrati Gonepteryx cleopatra P D
Vegetali Glaucium flavum P D

4. DESCRIZIONE SITO
4.1 CARATTERISTICHE GENERALI SITO:
Tipi di habitat% copertura
Shingle, Sea cliffs, Islets 2
Heath, Scrub, Maquis and Garrigue, Phygrana 25
Coniferous woodland 30
Evergreen woodland 15
Mixed woodland 10
Inland rocks, Screes, Sands, Permanent Snow and ice 15
Other land (including Towns, Villages, Roads, Waste places, Mines, Industrial sites) 3
Copertura totale habitat 100 %
Altre caratteristiche sito:
L'isola del Tinetto è costituita da calcari dolomitici alternati a portoro. Anche l'isola del Tino è costituita dalla medesime formazioni con presenza anche di calcari compatti e marnosi nerastri a Raethavicula contorta; quest'ultima isola è sottoposta a vincolo militare che ne ha impedito il degrado e l'utilizzazione turistica. L'accesso al pubblico è consentito una sola volta all'anno limitatamente ad una piccola zona di interesse storico-architettonico. L'accesso allo scoglio del Tinetto è invece libero. Il sito costituisce una Riserva del Parco Naturale Regionale delle "Cinque Terre".
4.2 QUALITA' E IMPORTANZA:
Le condizioni di insularità e di quasi assoluta inaccessibilità sono uniche a livello regionale. Il bosco misto di Pinus halepensis e Quercus ilex sta gradualmente evolvendo verso una foresta meglio strutturata di Quercus ilex. Interessanti sono le falesie calcaree colonizzate da aspetti a Rosmarinus officinalis, unici in tutta la Liguria orientale.Lungo la costa sono presenti alcune grotte marine. Asplenium petrarchae è specie rara in Liguria e al limite nord della propria distribuzione. Il sito ospita inoltre Centaurea veneris, endemismo a distribuzione estremamente ridotta, proposto dalla Regione Liguria per l'inclusione nell'All. II della Direttiva. Sono inoltre presenti resti architettonici romanici. Sono presenti habitat prioritari, alcuni taxa protetti ai sensi di direttive/convenzioni internazionali, nonchè il Phyllodactylus europaeus (allegato II), specie presente in due sole stazioni liguri.
4.3 VULNERABILITA':
Finchè perdura il vincolo militare la vulnerabilità è abbastanza bassa. Occorrerebbe comunque vietare l'accesso all'isolotto del Tinetto.
4.4 DESIGNAZIONE DEL SITO:

4.5 PROPRIETA':
Public %: 100;
4.6 DOCUMENTAZIONE:
- Capellini G. -1865 - Fossili infraliassici dei dintorni del Golfo della Spezia. Mem. R. Acc. Sc. Ist. Bologna, 5: 413-486. - Ciarapica G., Passeri L. - 1980 - La Litostratigrafia della serie triassica del promontorio occidentale del Golfo di La Spezia. Mem. Soc. Geol. It., 21: 51-61. - Ciarapica G. - 1985 - Il Trias dell'unità di Porto Venere. Guida all'escursione del Convegno "G. Capellini", 21-34. - Ciarapica G. - 1985 - Il Trias dell'Unità di Porto Venere e confronti con le coeve successioni apuane e toscane: revisione degli «Strati a R. contorta» Auctt. dell'Appennino settentrionale. Mem. Soc. Geol. Ital., 30: 135-151. - Ciarapica G. & Passeri L. - 1987 - Rocce e fossili del Mesozoico dell'area Spezzina. In "La Terra racconta". Amm. Prov. La Spezia, Acc. Lunigiana "G. Capellini", Cassa Risparmio La Spezia. Grafiche Lunensi, Sarzana (SP): 118-122. - Girani A. - 1989 - Guida alle Cinque Terre. Sagep Ed., Genova, 160 pp. - Zaccagna D. - 1935 - La geologia del Golfo della Spezia. Mem. Acc. Lunig. Sc., 16: 63-90.

5. STATO DI PROTEZIONE DEL SITO E RELAZIONE CON CORINE
5.1 TIPO DI PROTEZIONE A LIVELLO Nazionale e Regionale:
CODICE%COPERTA 
IT04 100  
IT05 100  
5.2 RELAZIONE CON ALTRI SITI
CODICENOME SITOTIPO%COPERTA
5.3 RELAZIONE CON SITI "BIOTOPI CORINE"
CODICE SITO CORINESOVRAPPOSIZIONE TIPO%COPERTA 
300100228 * 90  

6. FENOMENI E ATTIVITA' NEL SITO E NELL'AREA CIRCOSTANTE
6.1 FENOMENI E ATTIVITA' GENERALI E PROPORZIONE DELLA SUPERFICIE DEL SITO INFLUENZATA
FENOMENI E ATTIVITA' nel sito
CODICEATTIVITA'INTENSITA'% DEL SITOINFLUENZA
301 quarries C 2 0
409 other patterns of habitation B 2 +
501 paths, tracks, cycling tracks C 1 0
502 roads, motorways C 1 0
702 air pollution C 100 -
710 Noise nuisance B 1 -
730 Military manouvres C 100 0
871 sea defense or coast protection works C 1 0
900 Erosion B 2 -
950 Biocenotic evolution B 40 +
971 competition C 5 -
FENOMENI E ATTIVITA' NELL'AREA CIRCOSTANTE il sito
CODICEATTIVITA'INTENSITA'% DEL SITOINFLUENZA
520 Shipping C -
701 water pollution C -
6.2 GESTIONE DEL SITO
ORGANISMO RESPONSABILE DELLA GESTIONE DEL SITO
Ente Parco Naturale regionale delle Cinque Terre, presso Provincia di La Spezia, Via Vittorio Veneto, tel. 0187 541111.
GESTIONE DEL SITO E PIANI
Piano del Sistema di aree di interesse naturalistico-ambientale Bracco-Mesco/Cinque terre/Montemarcello, all. L.R. 12/18.3.85.

7. MAPPA DEL SITO
Mappa
NUMERO MAPPA NAZIONALESCALAPROIEZIONEDIGITISED FORM AVAILABLE (*)
95 248.2 25000 Gauss-Boaga  
(*) CONFINI DEL SITO SONO DISPONIBILI IN FORMATO DIGITALE? (fornire le referenze)